Legge di bilancio al via

Legge di bilancio varata

Legge di bilancio

Il fatto

Il varo in piena notte,al termine di un consiglio dei ministri durato tre ore e mezzo.

Attesa

  • Un provvedimento molto atteso; con al netto giá 21 miliardi in deficit destinati  al caro-energia; per il resto si riescono a trovare circa 14 miliardi. Di seguito i tratti salienti.

Energia

  • La prima manovra del governo dedica; come promesso; i due terzi degli stanziamenti all’emergenza energia; ed imprime  alle altre  misure un segnale per le fasce deboli e alla famiglia.

Iva

  • La legge di bilancio, poi, riduce l’Iva  per i prodotti per l’infanzia e gli assorbenti; non per i prodotti di prima necessità, per l’acquisto dei quali  però é stata ‘estesa la social card per i redditi bassi.

Pensioni

  • Per le pensioni scatta ‘quota 103’; arriva l’innalzamento delle minime; il bonus per chi vuole restare al lavoro e Opzione donna rivisitata in base al numero dei figli.

Flat tax

  • Per gli autonomi viene innalzata la soglia (a 85mila euro) della flat tax, che viene introdotta anche come tassa incrementale fortemente voluta da FdI.

Assunzioni

  • Per favorire l’assunzione dei giovani,  arrivano gli incentivi per le aziende che assumono donne under36 e percettori del Reddito di cittadinanza.

Multe

  • Si va anche verso una misura per bloccare l’automatismo che da gennaio farebbe scattare l’aumento delle multe.

Reddito di cittadinanza

  • L’idea è di toglierlo agli ‘occupabili’;ma l’ipotesi di una cancellazione immediata del beneficio già dall’1 Gennaio, appare ad alcuni troppo radicale. In ogni caso il sostegno viene lasciato per otto mesi, anziché 12; ma dal 2024 si volta pagina con una riforma complessiva.

Pensioni

  • Sulle pensioni  scatta quota 103 (41 anni di contributi e 62 di età); soluzione ‘ponte’ in attesa di una riforma più complessiva. Conferma di Opzione donna rivisitata e Ape sociale. Si valuta anche la possibilità di recuperare altre risorse (da 1,8 a 3 miliardi in base alle soluzioni scelte) tagliando la rivalutazione delle pensioni all’inflazione per gli assegni più alti.

Cartelle esattoriali

  • Nel pacchetto ‘tregua fiscale’ arrivano la cancellazione delle cartelle fino a 1.000 euro e la rateizzazione dei pagamenti fiscali non effettuati nel 2022; senza aggravio di sanzioni e interessi; per chi per covid, caro bollette e difficoltà economiche non ha versato le tasse. Il restyling degli extraprofitti, ancorato agli utili, alza la tassa dal 25% al 35%.

Razionalizzazione

  • Spuntano la razionalizzazione dei bonus edilizi e delle tax expenditure, e anche una ‘tassa bitcoin’, sulle plusvalenze da criptoattività. Il taglio del cuneo fiscale andrà interamente a favore dei lavoratori.

Contributo famiglia

  • Arriva un ricco pacchetto famiglia e torna il contributo per le scuole paritarie. Per arginare il caro-energia si va dal potenziamento del bonus sociale ai crediti di imposta rafforzati per le imprese.

Carburanti

  • Sui carburanti lo sconto viene ridimensionato; almeno per dicembre; visto il trend di discesa dei prezzi: da 30,5 a 18,3 cent (intervento che non penalizza gli autotrasportatori che godono di altri regimi).

Marche

  • Arrivano con la manovra anche gli aiuti per le Marche , colpite dai gravi eventi del maltempo: 400 milioni tra legge di bilancio e decreto allegato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

RSS
Follow by Email
Pinterest
Pinterest
fb-share-icon
LinkedIn
LinkedIn
Share
Instagram
Telegram
WhatsApp
WhatsApp chat