Altroconsumo e Amazon, no recensioni-false

Altroconsumo convince Amazon

Altroconsumo

Il fatto

  • L’associazione di consumatori  trova un alleato: un’ottima squadra per combattere le false recensioni sui prodotti venduti online.

Dal 2019

  • Altroconsumo studia il problema sin dal 2019; quando; da una sua inchiesta a livello europeo; è emerso il moltiplicarsi di intermediari che vendevano indebitamente vantaggi economici in cambio di recensioni di e-commerce truccate.

Adesso

  • Di recente; un’ indagine dell’associaziore; ha portato a 4 denunce penali e una segnalazione all’Antitrust per pratica commerciale scorretta. In particolare, alcuni gruppi Telegram, veicolavano offerte e  passaparola; con più di 40mila aderenti; mentre sono decine le aziende italiane ed estere che si affidavano a questi sistemi per ‘spingere’ indebitamente i propri prodotti sui negozi online.

Le recensioni false

  • Nella specie, la creazione di recensioni false, si è trasformata in una vera e propria industria. Ed i malintenzionati hanno evoluto le loro tattiche. Ad esempio, i broker di recensioni false; spesso; si mascheravano da fornitori di servizi legittimi ed ingannavano i venditori affermando che le false recensioni erano necessarie per migliorare le valutazioni . E, di conseguenza, anche le vendite; altri, invece, offrivano recensioni false o gonfiate in cambio di denaro o prodotti gratuiti”.

Valorizzazione

  • Alla luce di quanto premesso, Amazon ed Altroconsumo, hanno ben chiaro il loro scopo:
  • valorizzare le recensioni autentiche dei prodotti venduti online; strumenti fondamentali per le scelte d’acquisto;  lottare contro le recensioni false; che,  danneggiano i consumatori ed i rivenditori onesti.

Il Festival

  • Sulla base di tali propositi , quindi, hanno deciso di organizzare un incontro sul tema; all’interno del Festival Futuro di Altroconsumo; che si aprirà il 18 novembre. A fianco alla prevenzione e alle azioni legali, l’educazione è ritenuta uno dei campi al centro di questa sfida.

Amazon

  • A tal proposito, la strategy and policy director di Amazon Italia, Bianca Martinelli, ha sottolineato:
  • “Le recensioni autentiche sono utili ai consumatori e ai partner di vendita; le recensioni false,invece, devono essere combattute”.  “Abbiamo delle chiare politiche che proibiscono le false recensioni ed intraprendiamo azioni; anche di tipo legale ; quando opportuno”.

Le denunce

  • Nell’incrementare la sua azione legale, il gruppo, ha presentato in Italia,  la prima denuncia penale; a livello europeo;contro uno dei principali broker che vendono recensioni false.  A tal riguardo Martinelli ha  rincarato :”Fermare ogni recensione falsa  è una sfida globale; ed è per questo che siamo lieti di lavorare con Altroconsumo. Amazon e altri rivenditori non possono farcela da soli. Le autorità di regolamentazione, le forze dell’ordine, i siti di social media, le organizzazioni dei consumatori e i rivenditori devono lavorare insieme per fermare questi truffatori”.

Altroconsumo

  • Il responsabile public affairs & media relation di Altroconsumo, Federico Cavallo, ha aggiunto: “Siamo molto contenti che Amazon abbia deciso di rilanciare il proprio impegno e di condividere questa battaglia. Le nostre iniziative sono indipendenti ma hanno senz’altro un obiettivo comune: migliorare sia l’esperienza utente che il mercato nel suo complesso. Ci auguriamo che; grazie a questi sforzi congiunti; altri, nel mercato, possano prendere esempio e fare la loro parte nell’interesse dei consumatori.

Obiettivi

  • Il gruppo, in definitiva, ha l’obiettivo di prevenire la pubblicazione di recensioni false . Nel 2020, infatti,  ha bloccato; in modo proattivo; oltre 200 milioni di recensioni false sospette.

Milioni di recensioni

  • In particolare , Amazon riceve; a livello globale; più di 30 milioni di recensioni di prodotto alla settimana; ognuna delle quali viene analizzata da esperti investigatori e da strumenti sofisticati e all’avanguardia; prima ancora che venga pubblicata. Inoltre i clienti preoccupati per l’autenticità delle recensioni su un prodotto sono incoraggiati a utilizzare il link ‘Segnala abuso’, informa la dirigente, per dare modo all’azienda  di indagare e intraprendere le azioni opportune.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

RSS
Follow by Email
Pinterest
Pinterest
fb-share-icon
LinkedIn
LinkedIn
Share
Instagram
Telegram
WhatsApp
WhatsApp chat