Crea sito

Mascherina per tutti e non se ne parli piú

image_pdfimage_print

Mascherina all’aperto di nuovo obbligatoria : Il dictat del Consiglio dei Ministri

La mascherina all’aperto ritorna a bussare alle porte degli italiani

  • Il Covid sembra aver ripreso la sua corsa. Per questo l’Italia non si ferma a guardare. Ecco i dettagli del nuovo DPCM.

07 Ottobre 2020: l’ora della mascherina

  • Nella giornata di ieri, il Consiglio dei Ministri ha approvato l’ennesimo DPCM anti- Covid-19. E ; come si evince dallo stesso; sin da subito, scattano le nuove regole su mascherine e assembramenti. L’esecutivo, dunque; vista l’impennata dei contagi delle ultime settimane; ha ritenuto necessaria una nuova stretta .

Lo Stato di emergenza

  • Contestualmente alle norme anti-contagio, il Governo, ha approvato anche la proroga dello Stato di emergenza fino al 31 gennaio 2020.  Di fatto, la norma varata ieri, proroga il precedente Dpcm; che contiene  le norme anti contagio in vigore dal 15 ottobre. Oltre a questo, comunque, stabilisce l’obbligo di indossare la mascherina anche all’aperto. Si tratta di un Dpcm-ponte ; che apre la strada ad  un nuovo provvedimento da varare a breve; per prorogare le disposizioni già esistenti; o per stabilirne di nuove. 

In dettaglio

  • Con il nuovo Dpcm scatta l’ora della mascherina. Entra in vigore ,cioé, l’obbligo di mascherina all’aperto se in presenza di persone non conviventi. Per i trasgressori sono previste multe a partire da 400 euro; che possono arrivare anche a 1000. 
  • Il nuovo DPCM, introduce “l’obbligo di avere sempre con sé, dispositivi di protezione delle vie respiratorie. Con possibilità di prevederne l’obbligatorietà dell’utilizzo nei luoghi al chiuso accessibili al pubblico; inclusi i mezzi di trasporto; e tutti i luoghi all’aperto, allorché si sia in prossimità di altre persone non conviventi; e, comunque, con salvezza dei protocolli anti-contagio previsti per specifiche attività economiche, produttive e sociali; nonché delle linee guida per il consumo di cibi e bevande”.

L’ora della mascherina

  • L’obbligo di indossare la mascherina varrà “in tutti i luoghi all’aperto; ad eccezione dei casi in cui sia garantita, in modo continuativ,o la condizione di isolamento” da altre persone. Insomma, anche se si è da soli (o tra conviventi) ci si dovrà assicurare che non ci siano altre persone nelle vicinanze. 

Gli esenti

  • Non hanno l’obbligo di indossare la maacherina: 
  • I soggetti che stanno svolgendo attività sportiva
  • I bambini di età inferiore ai sei anni
  • I soggetti con patologie o disabilità incompatibili con l’uso della mascherina; nonché coloro che per interagire con i predetti versino nella stessa incompatibilità.
  • Chi si trova insieme a persone conviventi e/o in situazione di isolamento. 

Nei luoghi al chiuso

  • Ma non è tutto. La mascherina diventerà obbligatoria in tutti i luoghi al chiuso; ad eccezione delle abitazioni private. Perranto ,anche gli esercenti che non fanno rispettare i divieti all’interno del proprio locale rischiano una multa da 400 a 1.000 euro.

Eccezioni

  • Le eccezioni vere sono i bambini dai 6 anni in giù; le persone che hanno una certificazione secondo cui” la mascherina “non è confacente alla loro salute; e situazioni di disabilità in cui la mascherina si può non indossare”. 

Altri divieti

  • Il nuovo DPCM poi, stoppa le misure soft delle regioni; ed inoltre dispone:
  • Divieto di partecipare a eventi con più di 200 persone al chiuso e 1.000 persone all’aperto. 
  • Tamponi obbligatori per chi rientra da alcuni Stati esteri.
  • Controlli su movida e divieto di assembramenti.
  • In ogni caso, i Presidenti di Regione potranno solamente adottare ordinanze più restrittive al fine di contenere eventuali focolai.
  • Nessuna restrizione è prevista invece per bar e ristoranti. 

Tamponi per chi rientra dall’estero

  • Oltre all’obbligo di mascherina all’aperto; il  dpcm del 7 ottobre 2020; estende l’obbligo di effettuare il tampone a chi rientra da: Gran Bretagna, Olanda, Belgio e Repubblica Ceca. Misura che va ad aggiungersi a quella già prevista per chi arriva da Croazia, Grecia, Malta, Spagna; oltre che da Parigi e altre sette regioni della Francia.

La Movida

  • Resta ovviamente confermato il divieto di assembramenti ;con un’attenzione particolare alla movida notturna. I controlli verranno intensificati. In base alla nuovo provvedimento ; oltre alle forze dell’ordine e alla polizia locale; verranno impiegati anche i soldati dell’esercito impegnati nell’operazione “Strade sicure”.

Share this:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

WhatsApp chat