Crea sito

Esorcismi, l’AIE pubblica vademecum

image_pdfimage_print

Esorcismi, l’Italia ogni anno ne conta 500.000

Esorcismi, le parole del Cardinale De Donatis

  • “Linee guida per il ministero dell’esorcismo – alla luce del rituale vigente”; cosí si intitola il vademecum pubblicato dall’AIE: Associazione Internazionale Esorcisti.
  • Vediamo in dettaglio di cosa si tratta.
  • Padre Amorth
  • Padre Amorth, uno dei piú illustri esorcisti del nostro tempo; scomparso da poco; ha lasciato ai suoi colleghi, un ‘eredità molto ricca.
  • Sicché i sacerdoti che si accorgeranno a neutralizzare le possessioni diaboliche, potranno contare su una serie di preziosi accorgimenti; suggeriti proprio dell’esperienza di Padre Amorrh.
  • Particolari molto utili; che consentiranno agli esorcisti di distinguere, se davanti a loro c’è una persona con banali problemi psichiatrici; oppure se si tratta davvero del Maligno.

Segnali spiccioli

  • Prima di tutto, bisogna state attenti ai segni che lascia la pupilla dilatata eccessivamente; e che non si chiude se si punta una luce diretta; ed ancora: l’arrossamento della sclera dell’occhio, come per una congiuntivite; la voce che diventa roca e baritonale anche se è una ragazza a parlare; l’allungamento del volto; una forza straordinaria, il rifiuto violento di immagini sacre; l’uso di lingue sconosciute; la conoscenza di cose occulte.

Il vademecum

  • Le linee guida hanno lo scopo di indicare come si fa a riconoscere una possessione; una ossessione o una vessazione diabolica; e come procedere in caso di simulazione con le preghiere di liberazione e quelle di guarigione; Queste hanno la struttura di un vademecum ; e sono state curate dell’Aie.
  • Cosí lo commenta il Cardinale Angelo De Donatis: 《Il manuale’ aiuta i sacerdoti esorcisti; membri dell’Aie; ad evitare; nell’esercizio del loro munus; prassi o metodi non corrispondenti alle norme con le quali la Chiesa regola il ministero dell’esorcistato. Il ruolo dell’esorcista, precis, non puo’ ridursi a “quello di ‘distributore di benedizioni’. Al contrario, «il contesto di secolarizzazione e di neo paganesimo; l’annacquamento o la perdita della fede; il relativismo e la generale confusione; lo deve spingere a curare maggiormente la vita spirituale dei suoi pazienti, per farsi veramente prossimo di chi assiste». 
  • «L’esorcista, infatti, non puo’ procedere a proprio arbitrio; dal momento che opera nel quadro di una missione ufficiale; che lo rende in qualche modo rappresentante di Cristo e della Chiesa». Nello svolgimento del suo ministero deve conoscere, intendere e attenersi alle norme stabilite; che comprendono certamente cio’ che riguarda la corretta celebrazione del sacramentale dell’esorcismo. 
  • Il cardinale spiega quindi che l’esorcismo cattolico non è una realta’ «scabrosa, violenta, oscura quasi quanto la pratica della magia; alla quale lo si vuole contrapporre, ma, in ultima istanza, finendo per metterlo sullo stesso piano delle pratiche occulte».
  • L’esorcismo non e’ frutto di un sapere esoterico; al contrario, corrisponde pienamente al ‘dettato’ dell’autentica tradizione. 

I numeri

  • In Italia gli esorcisti sono 240 e sono circa 500 mila le persone che ogni anno chiedono aiuto. Le linee guida; pur non sostituendo strumenti ufficiali approvati dalla Chiesa; sono rese autorevoli dall’apporto della Congregazione per il Clero; che le ha esaminate e corrette, avvalendosi del contributo della Congregazione per il Culto Divino e della Congregazione per la Dottrina della Fede.

Leggi: L’ora-di-religione;

Share this:

WhatsApp chat