Crea sito

Un accertamento in odore di truffa

image_pdfimage_print

Un tentativo di truffa mascherato da accertamento

Altro raggiro via mail. Questa volta, la scusa dei furbetti, é un accertamento dell’Agenzia delle Entrate .

  • É giusto dire che i furbetti non vanno mai in vacanza? Lascio la risposta aperta alle vostre considerazioni . Prima, peró, vorrei raccontarvi una vicenda davvero curiosa; di cui immagino, piú di qualcuno, abbia contezza.

Una mail tutta da cestinare

  • In questi giorni, diversi utenti, hanno lamentato l’invio di una mail; che oltre ad essere falsa, é considerata, a tutti gli effetti, particolarmente insidiosa e sgradita.
  • E giá, perché se non si verifica l’indirizzo email del mittente, poco ci manca, che al malcapitato, venga un mancamento!

L’indirizzo del mittente

  • [email protected] : questo é l’indirizzo del mittente; che con un link di rimando; dopo averci comunicato di essere stati accertati dall’Agenzia delle Entrate ; ci invita a cliccare sul link , per verificare la nostra posizione verso il Fisco.

L’email in dettaglio

  • Per chiarire ulteriormente come si muovono queste persone, di seguito si riporta integralmente il contenuto della mail.
9067
DIREZIONE CENTRALE ACCERTAMENTO

Periodo di imposta: XXXX
Codice fiscale: XXXXXXXXXX
Id. comunicazione: XXXX
Codice atto: XXXXXX

Buona giornata

Notifica di download tramite collegamento –

3.agosto. 2020
email in dettaglio

Non cliccare sul codice fiscale

  • Il Codice Fiscale riportato sulla mail; che in teoria dovrebbe essere il nostro; si presenta in forma numerica; come um link da cliccare per avere maggiori informazioni sul presunto accertamento. Ovviamente non fatelo. L’Agenzia delle Entrate infatti, non comunica con indirizzi email bizzarri. Se si tratta di accertamenti poi , usa i recapiti istituzionali e comunica via PEC.

Leggi: Novita-fiscali;

Share this:

WhatsApp chat