Crea sito

L’Inps e i lavoratori dipendenti: è attivo il servizio CIP

image_pdfimage_print

L’Inps attiva un nuovo servizio per i lavoratori dipendenti: è in arrivo CIP

L’Inps lo rende noto con il messaggio n° 2970/2019. Per i lavoratori dipendenti privati è attivo CIP

  • Saluti iniziali– Buon Giorno e bentrovati miei cari amici.Mi sa proprio che ci siamo. Questi infatti, sono giorni di rientro. E per qualcuno di noi le vacanze sono agli sgoccioli. Su,via! Rassegniamoci col sorriso! E’ difficile. Lo so. Ma come si dice. L’importante è provarci. In ogni caso. Veniamo a noi.
  • Il fatto– Oggi voglio concentrare la vostra attenzione su un fatto positivo. Almeno a mio avviso. Ma vi prego. Non linciatemi, se per voi non dovesse essere così!Comunque. Non mi dilungo troppo. Altrimenti si che mi rimprovererete! L’01 Agosto 2019, l’Inps diffonde il messaggio n° 2970.
  • I destinatari dell’avviso– I fortunati oggetto della nota, sono i lavoratori dipendenti del settore provato non agricolo. Prestate attenzione! I destinatari del messaggio, sono i lavoratori dipendenti non agricoli. Per tutti loro dunque è attivo CIP.
  • Cos’è CIP?- CIP è il nuovo servizio di controllo e consultazione della propria posizione previdenziale. Meglio detto: “Consultazione info previdenziali”.

Consultazione agevolata del servizio

  • Il servizio consultabile anche tramite app– Il servizio è disponibile anche sull’app “Inps Mobile”. E consente di visualizzare e scaricare, in formato PDF ed Excel, informazioni aggiuntive rispetto a quelle dell’estratto conto individuale. Notizie utili per un controllo immediato della propria posizione previdenziale. Disponibili a partire da Gennaio 2010.
  • Come accedere alle info previdenziali- Siete curiosi di sapere come si accede a queste informazioni? E’ presto detto. Selezionate il periodo di interesse. Visualizzerete la lista dei mesi di contribuzione presenti e l’imponibile previdenziale. Cliccando sul singolo mese, accederete alle informazioni di dettaglio. Ovvero: la denominazione del datore di lavoro. La propria categoria di inquadramento contrattuale. La tipologia di rapporto di lavoro. Gli eventuali periodi di malattia e maternità. E gli assegni al nucleo familiare che il datore di lavoro ha comunicato all’Inps.
  • Lo scopo del servizio– Il fine del servizio è la trasparenza. Oltre che responsabilizzare i lavoratori rispetto alla propria posizione previdenziale. Difatti con i CIP, i lavoratori potranno fare, mese per mese, un check immediato dei dati trasmessi dal proprio datore di lavoro all’ INPS E segnalare le anomalìe riscontrate. Infatti le segnalazioni tempestive delle discordanze, sono fondamentali, per la correzione dei dati da parte dell’ Inps o del datore di lavoro.
articolo in formato voce
spot articolo

Leggi anche:Dichiarazione dei redditi infedele :é reato anche in caso di integrazione;

Share this:

WhatsApp chat