Crea sito

Google dice addio alle sue estensioni spy

image_pdfimage_print

Google costretta ad eliminare estensioni spy

Google pia gli utenti ed Awake Security segnala

  • 70 Estensioni Chrome sotto accusa. Spiavano gli utenti. Pena la rimozione
  • Google cancella dallo Store 70 estensioni  e 32 milioni download che le riguardano. Tutti parte da una segnalazione di Awake Security, che si è accorta che che le stesse contenevano uno spyware

Google distratta

  • Ancora una volta, quindi, Google lascia indisturbate delle estensioni pericolose; che, tra l’altro , sono state installate in massa dagli utenti di Chrome: il browser più usato al mondo.

Reuters

  • La notizia è stata riportata da Reuters; che, inoltre, ha anche contattato Google per un commento. Google, però, ha rigettato ogni accusa.

Il meccanismo

  • A quanto pare, il meccanismo di spionaggio; messo in atto dalle estensioni di Chrome ; era tarato per funzionare solo sui PC di utenti privati; e non anche all’interno di una rete aziendale. Una tattica, questa, messa in atto per non farsi scoprire facilmente.

Il funzionamento

  • La maggior parte delle estensioni scoperte; tutte gratuite; ufficialmente servivano ad avvisare gli utenti in caso di navigazione su siti pericolosi; oppure per convertire file da un formato all’altro. In realtà, però, procedevano a leggere la cronologia del browser; e molte altre informazioni personali che trasmettevano a server remoti.

I colpevoli

  • Non è chiaro chi ci sia dietro queste estensioni: Awake afferma che gli sviluppatori hanno fornito informazioni di contatto false quando hanno inviato le estensioni a Google per l’approvazione. E qjesti non ha controllato.
  • Di certo si sa che le 70 estensioni pericolose trasmettevano i dati degli utenti a oltre 15.000 domini Web; tutti collegati tra loro:; tutti di proprietà di una società israeliana: la Galcomm. Le societá , peró , declinano ufficialmente ogni responsabilità .

Leggi: Diritti-dei-consumatori;

Share this:

WhatsApp chat