Crea sito

SOS Italia, l’app per l’autocertificazione

image_pdfimage_print

Proposta “SOS Italia” , l’app per l’autocertificazione con lo smartphone e SPID

“SOS Italia” , l’app per l’autocertificazione , é disponibile per smartphone e con SPID

  • Si chiama ‘SOS Italia’ ed é stata progettata dai soci di Aidr con Sielte, uno dei gestori SPID. È stata proposta al Governo attraverso la fast-call. Oltre a far generare in modo digitale l’autocertificazione, consente anche il tracciamento dei cittadini per prevenire ulteriori contagi dal Covid-19. L’app è uno dei 319 progetti, che il ministero dell’Innovazione deve ora valutare insieme a 60 esperti.
  • Quante volte a settimana ci capita di essere un crisi col modello di autocertificazione per gli spostamenti? Quante domande! É ancora valido? Lo hanno modificato? Siamo sicuri che é quello giusto? Ho preso quello esatto o l’ho confuso con il precedente? Dove lo scarico? Come lo scarico? E cosí via…
  • Il modulo é cambiato giá per la terza volta . Ed in tutta Italia oramai é crisi di panico! Per non parlare poi, di quanta carta ed inchiostro si consumano…

Perché accade?

  • Questo accade perché il modello di autocertificazione, creato sulla base delle ultime misure adottate per il contenimento della diffusione del virus Covid-19, è solo cartaceo.
  • In questo contesto, è interessante conoscere l’app SOS Italia ; perché consente la generazione dell’autocertificazione in modo digitale; anche con SPID, oltre al tracciamento delle persone
  • L’applicazione, progettata dai soci di Aidr ; Associazione italian digital revolution; in collaborazione, per ciò che concerne lo sviluppo software, con il partner tecnologico Sielte ; uno dei gestori SPID; è stata proposta al Governo attraverso la fast-call sul sito del ministero dell’Innovazione. 

Come creare l’autocertificazione

  • Come si può vedere dal video tutorial; nell’app SOS Italia, si può accedere anche con SPID; poi si inseriscono i dati richiesti dal modello cartaceo e si genera l’autocertificazione digitale con: nominativo, numero di ricevuta, data e ora; codice fiscale, numero documento, luogo di provenienza e di destinazione ; ed ovviamente la motivazione dello spostamento. In più vi è un QR Code che potrebbe essere letto dalle Forze dell’ordine se dotate di un dispositivo idoneo per farlo. 
  • Attraverso la piattaforma Lirax, sarà possibile registrare le singole informazioni sulla rete Blockchain; archiviare documenti importanti e soprattutto offrire la conferma sulla data di registrazione, delle diverse informazioni. Inoltre, la piattaforma, attraverso dei filtri, garantisce il diritto all’oblio.
  • È possibile anche generare i permessi di lavoro. E per evitare abusi di generazione di autocertificazione ,il Governo potrebbe impostare un numero massimo di modelli (è un’opzione) ; oppure impedire la creazione di autocerficazioni per una comunità o gruppo presenti in un focolaio o per chi è in quarantena. 
  • SOS Italia inoltre,  consente anche di gestire lo stato di salute da remoto ; ed inviare alle strutture Governative e alle forze dell’ordine, i dati sanitari. Ad esempio, mostrare i sintomi del virus, se si é risultati positivo al Covid-19; se si é in isolamento preventivo o obbligatorio, con l’indirizzo del luogo.

Il tracciamento dei cittadini

  • Infine, l’applicazione permette anche il tracciamento dei cittadini per prevenire ulteriori contagi dal Covid-19.
  • Funziona così: 
  • Se un cittadino positivo al coronavirus ; mentre é in isolamento domiciliare obbligatorio ,si sposta; l’app invia una notifica alle Forze dell’ordine; che a loro volta possono mettere in campo i necessari controlli. 
  • Inoltre, sfruttando il GPS; che è sempre in funzione anche quando l’app non è attiva; è possibile creare una mappa con tutti i luoghi frequentati dal cittadino . E dar vita così, ad un registro di tutte le persone con cui è venuto in contatto e per quanto tempo. 
  • A questo punto, nel caso in cui un utente risulti positivo al Covid-19; è possibile , in tempo reale, avere la lista di tutti i luoghi da lui frequentati nei 15-20 giorni precedenti ; ed i nominativi delle persone con cui è stato maggiormente a contatto. Di qui lo scenario dell’alert ‘sanitario’ automatico; che indica a tutte queste persone, di mettersi in quarantena domiciliare ed attendere l’arrivo dei sanitari a casa per il tampone.  

SOS Italia e gli altri progetti

  • SOS Italia è uno dei 319 progetti di analisi dei dati giunti alla call del ministero dell’Innovazione.  “Noi faremo una short list delle app di data analytics”, ha detto la ministra Paola Pisano .
  • “Sarà questione di giorni”, ha aggiunto la ministra, “la prima selezione è affidata a una squadra di 60 esperti (chi sono? n.d.r.); poi le decisioni verranno prese dal Governo”, ha spiegato Pisano; che è stata chiamata a riferire sul tema la prossima settimana in audizione presso la Commissione Tlc della Camera.

Leggi Diiritti-dei-consumatori;

Share this:

WhatsApp chat