Crea sito

Lucia: la Santa del giorno piú corto che ci sia

image_pdfimage_print

Lucia, la Santa del 13 Dicembre

Lucia. La Santa di origine siracusana, conosciuta e venerata in tutto il mondo

  • La Santa protettrice della vista materiale e della vista spirituale, é esistita veramente. Ma la storia del suo martirio sotto Diocleziano, é leggendaria. Il suo culto é molto antico ed é diffuso in tutto il mondo. Secondo gli storici, la Lucia all’epoca della morte, é un’attraente giovane siracusana. Questa, fin da bambina, consacra la sua verginità al Signore, senza rivelarlo a nessuno.
  • Quandi, quando la madre decide di darla in sposa ad un giovane ricco e pagano, la ragazza decide di rinviare il fidanzamento in tutti i modi. Tanto che invoca il Signore affinché le eviti il matrimonio.
  • Nel frattempo peró, la mamma si ammala gravemente. Lucia allora, giá orfana di padre, visto che é molto legata alla madre, decide di recarsi in pellegrinaggio a Catania. Presso la tomba di Sant’Agata. Per chiedere alla Santa Catanese , la grazia della guarigione per la genitrice.
  • Si tramanda che, la giovane ,stremata dalle preghiere, si addormenta sulla tomba. E sogna Sant’Agata che le dice:” Questa grazia potevi chiederla direttamente tu”. Profetizzandole quindi , la santità . Sant’Agata comunque, accoglie la richiesta della ragazzina. Sicché le guarisce la madre , che per la gratitudine asseconda il desiderio di Lucia. Evitandone il matrimonio.
  • Il giovane promesso peró, non si rassegna e tenta di conquistare la ragazza con ogni mezzo. Fallito ogni tentativo, si indispettisce e la denuncia come cristiana. Per questo, Lucia, viene arrestata, processata e condannata a morte. E per amore di Cristo, sopporta atroci torture. Le vengono strappati persino gli occhi. Muore nel 304, per un colpo di spada alla gola. La sua tomba primitiva é a Siracusa, ma il suo corpo é stato trasferito a Venezia.

Santa Lucia a Stoccolma

  • Come detto, Santa Lucia non é festeggiata solo a Siracusa. Ma anche in altri Paesi. La Svezia, ad esempio, le é molto devota . Tanto che a Stoccolma, proprio la notte di Santa Lucia, si é soliti aspettare l’aurora svegli. Celebrando messe in suffragio alla Santa. Durante le quali ,un coro, le intona inni; indossando un vestito bianco ed una cintura rossa. Con in mano una candela. Tutto questo, per omaggiare la purezza ed il martirio della giovane. Per concludere, si dice che la veglia di Santa Lucia, tragga origine da un timore e da un dato di fatto. Questa infatti, é la notte piú lunga di tutta L’Europa. Per tale motivo dunque, un tempo, il popolo di Svezia, credeva che le forze del male potessero prendere il sopravvento. Ecco perché bisognava trascorrerla svegli.

Leggi anche : Categoria:l’ora-di-religione;

articolo in formato voce
spot articolo

Share this:

WhatsApp chat