Istituti penitenziari anti-coronavirus

Istituti penitenziari e penali per minorenni : protezione da coronavirus

Istituti penitenziari e penali per minorenni ,prevenire é meglio che curare

  • Il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri (DPCM) del 25 febbraio 2020; che contiene Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6; recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 ; aggiunge alcuni articoli che riguardano il mondo dell’amministrazione della Giustizia.

I dettagli

  • Piú in particolare, la lettera l) dell’art. 1 ; rubricato “Misure urgenti per il contenimento del contagio, ” stabilisce che:
  • *negli uffici giudiziari ricompresi nei distretti di Corte di appello cui appartengono i comuni di cui all’allegato 1 al decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 23 febbraio 2020; sino al 15 marzo 2020, per i servizi aperti al pubblico e in relazione alle attività, non strettamente connesse ad atti e attività urgenti; il Capo dell’ufficio giudiziario, sentito il dirigente amministrativo, può stabilire la riduzione dell’orario di apertura al pubblico; tutto questo anche in deroga a quanto disposto dall’art. 162 della legge 23 ottobre 1960, n. 1196.

Il supporto sanitario

  • La lettera m) poi, aggiunge :
  • – tenuto conto delle indicazioni fornite dal Ministero della salute; d’intesa con il coordinatore degli interventi per il superamento dell’emergenza coronavirus; le articolazioni territoriali del Servizio sanitario nazionale, assicurano al Ministero della giustizia: idoneo supporto per il contenimento della diffusione del contagio del Covid-19; anche mediante adeguati presidi idonei a garantire, secondo i protocolli sanitari elaborati dalla Direzione generale della prevenzione sanitaria, i nuovi ingressi negli istituti penitenziari e negli istituti penali per minorenni. Con particolare riguardo ai soggetti provenienti dai comuni di cui all’allegato 1 al decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 23 febbraio 2020; e sino al termine dello stato di emergenza.

Leggi: Diritti-dei-consumatori;