Crea sito

Il Triduo Pasquale in ottica cristiana

image_pdfimage_print

Triduo Pasquale: dal Giovedí Santo alla Risurrezione

Il Triduo Pasquale : i 4 giorni al centro della vita cristiana .

  • Il Triduo Pasquale, é il tempo centrale dell’anno liturgico. Questo tempo, celebra gli eventi del Mistero Pasquale di Gesù Cristo. Ovvero, l’istituzione di: Eucarestia, Sacerdozio, Comandamento , Amore Fraterno; Passione, Morte, Discesa agli inferi e Risurrezione.

Origine del termine

  • Triduo , deriva dal latino Triduum. Indica un periodo di 3 giorni consecutivi, in cui si recitano un ciclo di preghiere e riti ; volti a preparare una festa; chiedere una grazia o ringraziare.
  • Nel rito romano, la parola Triduo appare per la prima volta nel codice delle Rubriche di Papa Giovanni XXIII ; anno 1960. Il codice, al numero 75, definisce il Triduo Santo, come gli ultimi 3 giorni della Settimana Santa. Cioé da Giovedí a Sabato.

Il Concilio Vaticano II

  • Il Concilio Vaticano II, però, abbandona il concetto di Triduo Santo, per poi parlare di Triduo Pasquale. Tempo liturgico che termina con la Domenica di Risurrezione .
  • La Chiesa, colloca il Triduo Pasquale tra la Quaresima ed il Tempo Pasquale. I 3 tempi sono per tema congiunti . Perché la Quaresima é la preparazione al Triduo; ed il Tempo Pasquale é l’esplicazione dei misteri celebrati nel Triduo.
  • Per questo, la Quaresima termina con Giovedí Santo; che é anche il giorno d’inizio del Triduo Pasquale.

Il Tempo Liturgico nella sostanza

  • Ció premesso, ne consegue che questo tempo liturgico é cosí costituito:
  • Sera di Giovedí Santo
  • Venerdì della Passione del Signore
  • Sabato Santo
  • Domenica di Pasqua
  • In sostanza 3 giorni 1/2 civili, vanno a costituire questo tempo liturgico.

I motivi

  • Questo, perché i cristiani dei primi secoli, computavano i giorni secondo la tradizione biblica. Per cui il giorno non si contava da una mezzanotte all’altra; ma dal calar del sole al successivo calar del sole, cioé: dal momento vespertino al successivo momento vespertino. In quest’ottica quindi, il questo tempo liturgico corrispondeva esattamente a 3 giorni.

Le celebrazioni

  • Le celebrazioni principali di questo tempo liturgico sono:
  • Messa Vespertina del Giovedí Santo ( Nella Cena del Signore)
  • Celebrazione dei Vespri del Venerdí Santo;
  • La Veglia Pasquale officiata dopo il tramonto del Sabato;
  • Celebrazione delle Lodi nella Domenica di Pasqua
  • La messa della Domenica di Pasqua piú Liturgia delle Ore.

I precetti

  • La Chiesa esige: o la partecipazione all’intera Veglia Pasquale; o la partecipazione alla Messa di Risurrezione.
  • In ordine all’accostamento all’Eucarestia invece, raccomanda almeno la partecipazione al Triduo.
  • Venerdí Santo chiede; per i fedeli con piú di 14 anni, l’astensione dalla carne; ai fedeli tra i 18 ed i 60 anni : il digiuno, protraibile anche il Sabato Santo, sino alla Veglia Pasquale.
  • La chiesa inoltre, chiede ai fedeli di contribuire : Giovedí Santo per i poveri ; Venerdí Santo per i Luoghi Santi.

Leggi L’ora-di-religione;

Share this:

WhatsApp chat