Crea sito

Il DPCM 17 Maggio 2020

image_pdfimage_print

Il DPCM della ripartenza

Il DPCM 17 Maggio 2020 punto per punto. L’Italia in “fase 2”

  • Il DPCM 17 Maggio 2020 : il provvedimento che traghetta l’Italia in fase 2. L’analisi punto per punto.
  • Il Decreto della Presidenza del Consiglio esordisce chiedendo a tutti gli affetti di infezioni respiratorie, con febbre superiore a 37,5 ° C : di rimanere a casa; e contattare il medico curante.
  • Il disposto normativo poi, inizia l’elenco di riaperture e sospensioni.

Accesso ai parchi

  • É consentito l’accesso a: parchi, ville e giardini pubblici. Bisogna rispettare, peró: la distanza di sicurezza sociale di almeno un metro; ed il divieto di assembramento. I bambini dovranno essere accompagnati da chi se ne cura.

Attività ludiche ed educative

  • Bambini e ragazzi potranno svolgere attività ludiche, ricreative ed educative.
  • Gli operatori del settore, li seguiranno: garantendo il rispetto di protocolli di sicurezza.

Attivitá motoria e sportiva

  • Gli sportivi potranno fare attivitá motoria e sportiva anche all’aperto e nei parchi. Questo: rispettando le seguenti distanze di sicurezza: 2 metri per l’attività sportiva; 1 metro per l’ attività motoria.

Eventi sportivi

  • Eventi e competizioni sportive sono sospesi. Nel frattempo, gli atleti ,possono allenarsi a porte chiuse. Chi pratica sport di squadra peró, deve rispettare la distanza di sicurezza ed il divieto di assembramento. Gli atleti che devono partecipare a competizioni nazionali ed internazionali; possono: cambiare Regione solo previo parere sanitario e dei tecnici.

Palestre e piscine

  • Riaprono: palestre, piscine ,centri e circoli sportivi. Le attività andranno svolte nel rispetto delle linee guida dell’Ufficio dello Sport.

Impianti sciistici

  • Rimangono chiusi gli impianti sciistici

Manifestazioni pubbliche

  • Queste manifestazioni sono ammesse in modalità statica.

Sale giochi e scommesse

  • Le attività di : sale giochi, sale scommesse e sale bingo, rimangono chiuse

Cinema, teatri e simili

  • Dal 15 Giugno riaprono, nel rispetto di limiti e divieti anticontagio: cinema, teatri e concerti. Con il numero massimo di 1000 partecipanti agli spettacoli all’aperto. E di 200 avventori in luogo chiuso . I posti saranno assegnati.

Luoghi di culto

  • L’accesso ai luoghi di culto é consentito: nel rispetto del divieto di assembramento e del protocollo siglato tra Governo e confessioni religiose.

Musei

  • Riaprono: musei ed istituti di cultura. I quali , in un anno, non potranno ospitare piú di 100.000 visitatori.

Asili , Scuole ed Università

  • Asili ,scuole, ed enti di formazione rimangono chiusi.
  • É fatta salva la formazione medica.
  • E dal 16 Maggio, gli esami di Scuola Guida.
  • Le Università e le Istituzioni di formazione artistica e coreutica, possono: consentire esami ed esercitazioni.
  • I dirigenti scolastici moduleranno la formazione a distanza.

Convegni

  • Allo stato, sono sospesi convegni, congressi e meeting.

Vendita al dettaglio

  • Le attività commerciali al dettaglio sono ammesse , purché si svolgano nel rispetto dei protocolli di sicurezza.

Bar, ristoranti e gelaterie

  • Sotto controllo delle Regioni, riaprono: bar, pub, ristoranti, gelaterie e pasticcerie.
  • Rimangono aperti inoltre, gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande in: ospedali ed aeroporti.

Servizi bancari ed assicurativi

  • Sono garantiti i servizi bancari ed assicurativi.

Attività agricole

  • Proseguono le attività del settore agricolo, zootecniche e di trasformazione agroalimentare.

Stabilimenti balneari

  • Aprono gli stabilimenti balneari e si potrà accedere alle spiagge libere. Nel rispetto di protocolli, limiti e divieti anticontagio. E sotto il controllo delle Regioni

Trasporti

  • Il Presidente di ciascuna Regione, tra l’altro, di concerto con il Ministero dei trasporti, programmerá il servizio di trasporto pubblico locale e non di linea. Questo: per assicurare i servizi minimi essenziali. Ed evitare il sovraffollamento dei mezzi.
  • Dal 3 Giugno potremo spostarci da e per:
  • Gli Stati Membri dell’Unione Europea
  • Stati parte dell’accordo Schengen
  • Regno Unito di Gran Bretagna ed Irlanda del Nord
  • Andorra, Principato di Monaco
  • Repubblica di San Marino e Stato della Città del Vaticano
  • Chi rientra in Italia; qualunque sia il mezzo di trasporto; dovrà esibire un’autocertificazione: che descriva, in modo chiaro, l’indirizzo di destinazione dove svolgerà il periodo di sorveglianza sanitaria; nonché l’isolamento fiduciario
  • I servizi di crociera delle navi battenti bandiera italiana rimangono sospesi.

Leggi: http://Diritti-dei-consumatori

Share this:

WhatsApp chat