Crea sito

Facebook,Amazon,Google ed Apple: l’inchiesta

image_pdfimage_print

Facebook,Amazon,Google ed Apple sotto l’occhio del ciclone

Facebook, Amazon,Google ed Apple sotto inchiesta. L’America ci vede poco chiaro ed indaga. La politica delle piattaforme digitali.

  • Premessa-Buon Giorno e Ben trovati nel mio angolino web. Ditemi. Siete passati a trovare il mio blog in questi giorni? No?! Allora aggiornatevi. Ho pubblicato qualche articolo che potrebbe tornarvi utile, nella veste di consumatori. Va bene.Dai. Fatta la raccomandazione,vado alla notizia del giorno.
  • Il mondo del web– Dunque.Stamattina monitoravo “Cosa si dice” nel mondo.Speciamente nel settore che ci occupa. Cioè:il diritto dei consumatori. Quindi, mentre cercavo,ho colto un aspetto del commecio sul web che mi ha fatto interrogare.
  • L’interrogativo– Senza pensarci troppo, ho ritenuto che questa circostanza, andasse condivisa con i consumatori. Difatti, in molti, se non quasi tutti, magari anche di sfuggita, li abbiamo incontrati.
  • Facebook,Amazon,Google ed Apple– Chi di voi non ha mai avuto esperienza su queste piattaforme? Immagino che sono ben pochi ad essere rimasti inesperti delle loro prestazioni. Difatti, chi si collega su Google, almeno in rapportodi 6/10, accede al motore di ricerca Google.Ed inoltre,sono parecchi quellli che pretendono prestazioni tecnologiche impeccabili. E per questo comprano Apple. Se poi consideriamo la gestione delle amicizie, credo che solo 1/10 non ricorre a Facebook. Ed ancora. In quanti per non perdere tempo o per risparmiare sugli acquisti,comprano su Amazon? Rispondo io per tutti. Tutte queste sono piattaforme famosissime.anzi le più utilizzate al mondo.
  • Ma perchè? -Certo, sono molto agevoli e prestanti. Ma non credo siano le uniche. E allora,perchè solo queste hanno così tanto successo?
  • L’America– Ragazzi, se lo stanno chiedendo anche in America. E da più di qualche tempo ultimamente.

Le indagini Americane

  • L’indagine del dipartimento di Giustizia americano– Per tutti questi motivi, il dipartimento di Giustizia americano, ha aperto un’indagine antitrust.
  • Lo scopo- secondo il Wall Strett Journal infatti, le autorità americane vogliono verificare se le grandi piattaforme del Web hanno bloccato illegalmente la concorrenza.
  • Gli effetti dell’indagine– Per tutta risposta all’operazione dell’antitrust, calano le quotazioni in borsa.Apple, perde lo 0,96%. Amazon l’1,08%. Google l’1,21%. E Facebook l’1,56%.
  • Riflessioni– Per me gatta ci cova. e voi che ne dite?
articolo in formato voce
spot articolo

Share this:

WhatsApp chat