Crea sito

Allerta meteo: i consigli della Protezione Civile

image_pdfimage_print

Allerta meteo e precauzioni da adottare

Allerta meteo. Come affrontare, momento per momento, le fasi di allarme . I consigli della Protezione Civile.

  • L’Italia fa i conti con l’autunno. Piogge, vento e precipitazioni atmosferiche infatti sono all’ordine del giorno. É altrettanto vero peró, che quasi tutte le Regioni italiane, devono far fronte a fenomeni un pó piú invasivi, rispetto a qualche anno fa.
  • Pertanto, mai come in questi tempi, si ritiene indispensabile l’apporto della Protezione Civile . E soprattutto: dei suoi aggiornamenti, minuto per minuto. I Centri Funzionalibinfatti, consultano, piú volte al giorno, i bollettini metereologici. Inviando quelli piú critici a Regioni e Province Autonome. Che stabiliscono i piani da attuare al momento.
  • Si potrebbe dire dunque, che i Centri Funzionali della Protezione Civile riproducono”il semaforo delle piogge”.Distinguendo con verde,giallo,arancione e rosso, la portata della pioggia.Ritenendo verdi:le piogge normali; gialle:le piogge da osservare con attenzione.Mentre arancioni e rosse le precipitazioni pericolose ed altamente pericolose. Tanto da minacciare la sicurezza di cose e persone. Perché potrebbero cagionare infatti: frane,smottamenti ed alluvioni.Questo perché, le piogge abbondanti o prolungate, possono avere effetti significativi sulla portata di fiumi,torrenti, canali e reti fognarie. I corsi d’acqua infatti, possono ingrossarsi fino ad esondare. Cioé ,straripare o rompere gli argini. Allargando quindi il territorio circostante.
  • In generale comunque, le forti precipitazioni, hanno effetti piú gravi nei centri urbani. In questi ambienti difatti, l’azione dell’uomo spesso, ha modificato il territorio, senza rispettare gli equilibri.

Le istruzioni della Protezione Civile

  • La Protezione Civile, preliminarmente, ci invita ad informarci sulle alluvioni tipiche del nostro territorio. Perché, se ci sono state delle alluvioni in passato,potrebbero ripetersi.
  • Successivamente ci avverte: 1)Durante un’alluvione, l’acqua puó salire all’improvviso anche di uno o due metri .2) le aree piú pericolose in casa sono: cantine,piani seminterrati e piani terra. 3) i pericoli all’aperto,sono rappresentati da: sottopassi, tratti vicino agli argini, ponti e strade, con forti pendenze. 4)La forza dell’acqua puó danneggiare: edifici, ponti, terrapieni ed argini. E quelli più vulnerabili possono crollare.
  • Per tutti questi motivi, quando la Protezione Civile dirama un’allerta ecco cosa puoi fare: 1) tieniti informato sulle situazioni di pericolo previste sul territorio e sulle misure adottate dal Comune. 2)Non dormire o soggiornare nei piani seminterrati. 3) proteggi i locali che si trovano al piano strada.Chiudi porte, cantine,seminterrati e garage. 4)se proprio ti devi spostare, valuta il percorso ed evita le zone allagabili. 5)ricorda che mettere al sicuro auto o altri beni puó essere pericoloso.6) verifica che la scuola di tuo figlio sia informata ed abbia attivato il piano di emergenza.

Durante l’alluvione

  • Inoltre, quando l’alluvione é in corso: 1)non scendere in cantine,seminterrati o garage 2) non uscire per mettere al sicuro l’auto 3) sali ai piani superiori 4)evita l’ascensore: puó bloccarsi 5)chiudi il gas e disattiva l’impianto elettrico 6)non toccare impianti ed apparecchi elettrici, con mani o piedi bagnati 7) non bere acqua dal rubinetto: puó essere contaminata 8)tieni libere tutte le linee telefoniche,per far si che si attivino presto i soccorsi 9)informati su come evolve la situazione 10) se sei all’aperto, allontanati dalla zona allagata e raggiungi le aree piú alte 11)attento a dove cammini: potrebbero esserci: buche,tombini aperti e voragini 12) non usare l’automobile per evitare di rimanere intrappolato/a per strada,dall’acqua 13)evita sottopassi,argini e ponti.

Vuoi pubblicizzare un prodotto o un evento? Contattami e scriverò un articolo

Leggi anche: Categoria:Diritto alla salute;

spot articolo
articolo in formato voce

Share this:

WhatsApp chat