Crea sito

25 Marzo: l’Annunciazione del Signore

image_pdfimage_print

25 Marzo, la Salvezza inizia da qui

Il 25 Marzo i cattolici ricordano l’Annunciazione del Signore. Da qui inizia la storia di Salvezza dell’umanità

  • 25 Marzo. Quella di oggi é una solennità molto importante ; perché celebra l’annuncio dell ‘ Angelo a Maria . L ‘ inizio dell ‘ incarnazione ; il meraviglioso incontro tra il divino e l ‘ umano ; tra il tempo e l ‘ eternità.

L ‘ incarnazione

  • É il Signore che si incarna in Maria. É Dio che sceglie , come Madre del proprio Figlio ; una fanciulla ebrea ,a Nazaret : Maria che , al termine del colloquio con l’angelo, dà il suo si con una espressione molto eloquente .

La risposta di Maria

  • Quella di Maria non é una risposta che dice solamente : ” Faró quanto hai detto; mi impegnerò a compiere questo servizio ” . Ma esprime una consacrazione : ” Sia fatto di me , della mia persona , quello che hai detto ” .

Maria realizza il mistero della fede

  • L ‘ annuncio in Maria é un ascolto che accoglie e genera . Cosí realizza in sé stessa il mistero della fede , accettando Dio com ‘ é . La povertà totale , ” sono la serva del Signore ” , di chi rinuncia all ‘ agire proprio per lasciare il posto a Dio , é in grado di contenere l ‘ Assoluto . É figura di ogni uomo e di tutta la Chiesa ; che , nella fede , continua a concepire e a generare Dio stesso .

Leggi : L’ora-di-religione;

Share this:

2 Risposte a “25 Marzo: l’Annunciazione del Signore”

  1. Gent.ma Avvocato, articolo molto bello e interessante. Questo giorno dell’Annunciazione è molto significativo per noi Cristiani. Dio Padre, per rendere ancora più umano Suo Figlio, ha deciso di darGli una Madre e un Padre terreni: questo per rendere sempre di più Suo Figlio un nostro Fratello. Dio non poteva che scegliere come Madre la Vergine Maria concepita senza peccato. Abbiamo molto da imparare dalla figura di Maria. Alla Madonna, dobbiamo chiedere di darci la stessa Fede che ha avuto Lei nel pronunciare il Si al Padre grazie al quale si è compiuta l’incarnazione di Gesù. Alla Madre dobbiamo chiedere di donarci la stessa umiltà che ha avuto Lei che si è definita “serva del Signore”. Infine, dobbiamo ringraziare Maria perché con il Suo Si si è potuto realizzare il progetto di Salvezza e di Speranza voluto per noi da Dio Padre Onnipotente.
    Grazie di tutto Avvocato, a presto

I commenti sono chiusi.

WhatsApp chat