Crea sito

24 Maggio 2020: oggi Domenica dell’Ascensione

image_pdfimage_print

24 Maggio 2020: il calendario liturgico segna la Domenica di Ascensione

24 Maggio 2020: i cattolici festeggiano il Mistero dell’Ascensione di Gesú al cielo

  • 24 Maggio 2020. Prima Domenica di rientro contingentato in chiesa, per i fedeli di religione cattolica. I cattolici oggi, sono doppiamente felici. Punto primo, perché dopo circa due mesi possono ritornare in chiesa; con cautela e precauzioni; poi, perché oggi festeggiano(mo) il Mistero dell’Ascensione di Gesú .
  • Vediamo di cosa si tratta.

Definizione

  • L’Ascensione è l’ultimo episodio della vita terrena di Gesù; vita che; secondo il Nuovo Testamento; si conclude  con la Sua salita al cielo. Gli Atti degli Apostoli, cristallizzano  questo evento a quaranta giorni dalla Sua Risurrezione. In particolare, Gesú ; già assunto in cielo; compare più volte sulla Terra, per ammaestrare i discepoli sulla missione di evangelizzazione loro affidata. 

Le fonti

  • Ma vediamo meglio come descrivono questo mistero le fonti.
  • Matteo 28,16-20 “Detto questo, mentre lo guardavano, fu elevato in alto e una nube lo sottrasse ai loro occhi.”
  • Atti degli Apostoli 1 (1-11) “Nel primo racconto, o Teòfilo, ho trattato di tutto quello che Gesù fece e insegnò ; dagli inizi fino al giorno in cui fu assunto in cielo; dopo aver dato disposizioni agli apostoli che si era scelti per mezzo dello Spirito Santo.
  • Egli si mostrò a essi vivo; dopo la sua passione; con molte prove; durante quaranta giorni; apparendo loro e parlando delle cose riguardanti il regno di Dio. Mentre si trovava a tavola con essi, ordinò loro di non allontanarsi da Gerusalemme; ma di attendere l’adempimento della promessa del Padre, «quella – disse – che voi avete udito da me: Giovanni battezzò con acqua, voi invece; tra non molti giorni; sarete battezzati in Spirito Santo».
  • Quelli dunque che erano con lui gli domandavano: «Signore, è questo il tempo nel quale ricostituirai il regno per Israele?». Ma egli rispose: «Non spetta a voi conoscere tempi o momenti che il Padre ha riservato al suo potere; ma riceverete la forza dallo Spirito Santo, che scenderà su di voi; e di me sarete testimoni a: Gerusalemme, in tutta la Giudea e la Samarìa ;e fino ai confini della terra».
  • Detto questo, mentre lo guardavano, fu elevato in alto e una nube lo sottrasse ai loro occhi. Essi stavano fissando il cielo mentre egli se ne andava; quand’ecco due uomini ,in bianche vesti si presentarono a loro e dissero: «Uomini di Galilea, perché state a guardare il cielo? Questo Gesù; che di mezzo a voi è stato assunto in cielo; verrà allo stesso modo in cui l’avete visto andare in cielo».

Il Significato per la Chiesa

  • Questa Domenica dunque, i cattolici ricordano “come il Signore Risorto ritorna nella Galilea pagana.
  • È qui che egli aveva cominciato ad annunciare la conversione e il Vangelo del Regno (cf. Mt 4,15.17.23). È qui; in questo luogo di frontiera; che egli aveva dato appuntamento ai suoi discepoli; che si erano dispersi quando egli, il pastore, era stato ferito (cf. Mt 28,8-10). Ritorna sui luoghi dell’inizio, per dare loro la pienezza: il Risorto è la luce decisiva che rischiara tutti coloro che camminano nelle tenebre e nell’ombra della morte. 
  • Egli convoca i discepoli ,in numero di undici; su una montagna; come all’inizio; quando li aveva condotti su una montagna, per annunciare loro la via della felicità del regno dei cieli (cf. Mt 5,1). Il Risorto; in questa montagna di Galilea; simboleggia l’incontro tra il cielo e la terra; dichiarandosi, solennemente, come colui che ha ricevuto tutta l’autorità nei cieli e sulla terra (cf. Mt 28,18). 
  • Da questa montagna egli invia i discepoli ; e in loro, e con loro; chiunque li seguirá lungo la storia ; a convocare la Chiesa per riunirla nel regni dai quattro punti cardinali;
  • Oggi i fedeli; come gli undici discepoli sulla montagna; Adorano e riaffermano la loro obbedienza al comando missionario di Gesú. Che sembra assente, ma è in realtà sempre presente tra di noi (cf. Mt 28,20). Del resto, per questo si è fatto uomo nel seno della Vergine Madre: per essere l’Emmanuele, il Dio con noi (cf. Mt 1,23), fino alla fine del mondo.” (La Chiesa)

Leggi: L’ora-di-religione;

Share this:

WhatsApp chat